Coldipietrerosse

2012

Coldipietrerosse 2012

DOCG Suvereto

 

Vino simbolo dell’azienda nato nel 2000 Coldipietrerosse è il risultato di uno dei nostri Vigneti meno facili da gestire ma più importanti e caratterizzanti dal punto di vista organolettico.
Il nome del vino si ispira al colore rosso della terra e dei sassi ricchi di ferro del terreno in cui crescono le piante.
Le vigne del Cabernet crescono infatti sulle pendici di una collina scoscesa, esposta verso il mare, difficile da lavorare con i macchinari e molto faticosa da gestire durante le numerose operazioni manuali.
Nei concorsi internazionali il Coldipietrerosse è uno dei vini più premiati.

Vitigni

Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot

Scheda tecnica »

Clima e annata

Il 2012 è stata un’annata siccitosa. A fine agosto alcune preziose piogge hanno però dato una spinta alla maturazione che si è completata in modo uniforme con ottimi parametri sia aromatici che polifenolici. La vendemmia si è svolta per il Merlot nella prima settimana di settembre e tra il 18 e il 22 con il Cabernet Franc e il Cabernet Sauvignon.

Vigneti

Le piante del Cabernet crescono sulla pendente collina calcarea di Montepeloso, esposta verso il mare e con un terreno sassoso e ferroso di colore rosso.

Vinificazione e affinamento

La raccolta avviene a mano in cassette da 12 kg ed i grappoli vengono selezionati su doppio tavolo di cernita prima e dopo la diraspatura. Al termine l’uva scelta è sottoposta ad una pigiatura soffice. Ogni varietà e ogni parcella è stata vinificata separatamente. La fermentazione alcolica ha avuto luogo in tini di acciaio inox a temperature tra 22-24°C per una settimana alla quale è seguita la macerazione per un totale di circa 15-20 giorni. La fermentazione malolattica si è svolta in barriques di rovere (70% nuove) nella cantina a temperatura controllata per un periodo di circa 18 mesi. Dopo i primi 12 mesi è stato effettuato l’assemblaggio ed il vino ottenuto è stato quindi ritravasato nelle barriques dove ha trascorso altri 6 mesi. Il vino rimane in bottiglia per ulteriori 12 mesi prima del’introduzione sul mercato.

Note di degustazione

Cristiano Cini Miglior sommelier D’Italia Ais 2010, Proprietario del ristorante la nuova tagliatella di Arezzo
Colore invitante che veste il Coldipietrerosse su toni rubino con sfumature violacee, evidenzia un’invidiabile ricchezza cormatica accompagnata da una luminosità sorprendente per una zona calda come la Val di Cornia. All’olfatto mostra ampiezza e decisione, si esprime a “largo raggio” liberando in un’ottima successione temporale note di mora prugna ribes e ciliegia; l’espressione fruttata ha chiaro ricordo di voluttuosa polpa, floreale di viola appassita, tocco minerale di grafite e finale di naso speziato riconducibile a liquirizia, cacao e tabacco dolce da pipa. Il gustativo, la parte migliore, è qui che il Coldipietrerosse cambia marcia, saluta e sorpassa esplosivo l’ingresso, completamente riempito il palato da un’avvolgenza sostenuta dal tenore alcolico, importante, ma sorretto dall’estratto secco e per questo regala solo accezioni positive di morbidezza. Interessante il felice apporto di una discreza freschezza che è protagonista della continuità di sviluppo gustativo e la chiusura di bocca dove i tannini setosi e rotondi lasciano un’impronta di classe. Colpisce per l’intelligente uso del legno, mai prevaricante, colpisce per equilibrio e armonia complessiva, colpisce per il suo volume e la sua concentrazione sicuramente generosi, colpisce per lunghezza e saporosità che si spengono in un finale caldo e fruttato, in una parola colpisce.